Stratificazione-laminazione

Laminazione e stratificazione del vetro

La tecnica di laminazione del vetro consiste nella stratificazione di due o più lastre di vetro con uno o due fogli di materiale plastico. Quest’ultimo può essere di varie tipologie: si va dal più classico polivinilbutirrale (PVB) all’etilene vinil acetato (EVA), fino al poliuretano termoplastico (TPU). L’importante è che fornisca ottime proprietà di aderenza, stabilità, filtrazione e termomeccanicità per realizzare un valido vetro di sicurezza che non esploda in caso di rottura.

In un apposito impianto di stratificazione, i fogli di materiale plastico e il vetro vengono pressati, sottoposti a un processo di riscaldamento e al cosiddetto “effetto sottovuoto” fra i vari strati. L’azione combinata di calore e pressione rende il vetro stratificato perfettamente leggere, stabile e resistente, con un occhio al design e all’estetica.

Tutte queste ragioni rendono il vetro stratificato – laminato di Vetromarca perfetto per la sicurezza di edifici pubblici e di rappresentanza, ma anche per lavori pensati in modo specifico per la salvaguardia, come i vetri antiproiettile.

Contattaciper saperne di più