Tempra

Vetro temprato di Vetromarca, cosa c’è da sapere

Il vetro temprato si ottiene indurendo la lastra di base attraverso il trattamento termico noto come tempra. Dapprima, si taglia il pezzo fino a raggiungere le dimensioni richieste. Se è necessario forare o svasare il vetro, levigare gli spigoli almeno a filo greggio, o effettuare una qualunque altra lavorazione, il momento di farlo è prima della tempra.

La tempra vera e propria comincia quando si pone il vetro sopra un tavolo a rulli e lo si fa scorrere all’interno di un forno dove verrà riscaldato alla temperatura di 640°C. Terminata questa fase, il vetro ha raggiunto uno stato prossimo al rammollimento ed è quindi sottoposto a un repentino raffreddamento con getti d’aria gelida.

In questo modo, gli strati superficiali del vetro raffreddano e si induriscono, mentre la parte centrale rimane calda più a lungo. Quando anche la parte centrale comincia a raffreddarsi, sulla superficie si produce una tensione di compressione, bilanciata all’interno da un’azione distensiva.

Tale procedimento rende il vetro temprato particolarmente robusto e resistente alla flessione, circa sei volte di più resistente rispetto al vetro float. Questo perché i difetti superficiali sono “bloccati” dalle tensioni meccaniche compressive, mentre la parte interna rimane più libera da difetti e meno suscettibile di crepe. Così, se la lastra di vetro temperato si rompe, si riduce in minuti frammenti non taglienti senza esplodere in tutte le direzioni, con grande vantaggio in termini di sicurezza.

Tuttavia, va detto anche che queste tensioni presentano degli svantaggi. A causa del bilanciamento degli sforzi, un eventuale danno ad un estremo della lastra causa la frantumazione del vetro in molti piccoli frammenti. Questo è il motivo per cui il taglio e ogni necessaria lavorazione vanno effettuati prima della tempra.

Non tutti i vetri sono temprabili. In particolare, se presentano forme articolate o vari fori vicini tra loro, durante il trattamento possono rompersi, per via delle tensioni interne del materiale.

Contattaciper saperne di più